Accedi

Noleggio Auto low cost

Con Rent.it confronti le tariffe di autonoleggio in tutto il mondo

Rent.it è
il primo broker italiano, dal 1999.

Comodo e veloce

Trova e confronta in tempo reale le migliori offerte di noleggio auto low cost in tutto il mondo.

Miglior prezzo

Contrattiamo condizioni e tariffe di noleggio auto con le migliori compagnie di autonoleggio locali ed internazionali.

La tua auto ovunque

Su Rent.it trovi prezzi economici e condizioni di noleggio chiare e comprensibili in oltre 16.000 punti di noleggio in 169 Paesi.

Informazioni su Sassari

Verifica in tempo reale la disponibilità per il tuo Noleggio Auto Sassari con Rent.it, il tuo autonoleggio low cost.
Confrontiamo le tariffe più economiche di Noleggio Auto Sassari con le migliori compagnie di rent a car locali ed internazionali.

Sassari è la seconda città della Sardegna per importanza ed abitanti (circa 120000). Si trova nella parte settentrionale, su un grande altopiano calcareo, e la sua economia si basa principalmente sul settore terziario

Storia

Questa zona è stata abitata sin dal Neolitico ed era abbastanza popolata durante la conquista romana, quando la colonia di Turris Libisonis (Porto Torres) era al culmine della sua gloria; ma è nel 1131 che il nome di Sassari viene citato per la prima volta in un registro ufficiale. La città fu fondata dal popolo che lasciò Turris Libisonis per scappare dalle incursioni dei barbari. All'inizio del XIII secolo, sotto l'amministrazione dei Giudici di Torres, Sassari attraversò un periodo di rapida crescita e divenne un punto di riferimento per i contatti con Genova e la penisola italiana. Poi passò nelle mani dei pisani e, dopo la battaglia di Meloria, sotto la dominazione di Ginevra; in questi anni furono emessi alcuni statuti cittadini. Anche sotto il governo aragonese la città continuò a crescere, mentre nel 1527 fu conquistata da una spedizione francese, ma solo per poco tempo. Nel XVIII secolo passò sotto la dominazione austriaca fino al 1720 quando, sotto i Savoia, divenne parte del regno sardo-piemontese. Dal 1793 al 1802 Sassari era stata il centro delle rivolte antifeudali. Nel 1855, a causa di un'epidemia di colera, i muri della città furono abbattuti.

Itinerari culturali ed escursioni

Il centro storico di Sassari è strutturato su due linee principali: una va da nord a sud, l'altra da est a ovest. La prima parte da Porta Sant'Antonio e termina in Piazza Castello, ed è composta principalmente da Corso Vittorio Emanuele, precedentemente noto come Platea de Codinas. Corso Vittorio Emanuele era la strada principale di Sassari, ai suoi lati c'erano i portici, oggi chiusi, e gli edifici più importanti della città, come Palazzo di Città, che è diventato teatro (Teatro Civico), Casa Guarino e Casa Farris. Lungo la strada è possibile vedere alcuni bellissimi balconi realizzati in ferro battuto. In piazza Sant'Antonio si erge una colonna realizzata da Antonio Tavolara, che rappresenta un candeliere: qui sono stati scolpiti i principali eventi della storia di Sassari. Non lontano da qui ci sono la chiesa di Sant'Antonio e una delle torri appartenenti alle mura. Seguendo la seconda linea e attraversando Largo Porta Utzeri e via Maddalenedda raggiungerete Largo Seminario, dove si trovano il palazzo vescovile ed il seminario (XVIII secolo). Qui sono riuniti la cattedrale di San Nicola, il Palazzo Ducale (XVIII secolo) sede del consiglio comunale, la chiesa di Santa Caterina (XVI-XVII secolo) in stile tardo-rinascimentale. Non lontano da via Rosello si possono vedere alcuni resti delle mura, la chiesa di Trinità e la rinnovata Fontana del Rosello (1600). All'ingresso della città, proveniente da Alghero, si trova la bella chiesa di Santa Maria ed il suo monastero; un po' più avanti ci sono i giardini pubblici, il piccolo parco di Sassari e, dall'altra parte della strada, il palazzo dell'Università. Non lontano da piazza Castello si trova la piazza principale di Sassari: Piazza d'Italia, con il monumento in onore di Vittorio Emanuele, il palazzo della Provincia e Palazzo Giordano. In via Roma c'è il museo archeologico G.A. Sanna. In viale San Pietro c'è la piccola chiesa di San Pietro in Silki, una chiesa campestre ora inglobata nella città, dove è custodita l'amata statua della "Madonna delle Grazie".

Eventi a Sassari

La penultima domenica di maggio si svolge uno dei più importanti happening folcloristici in Sardegna: la Cavalcata Sarda, un passaggio di costumi tradizionali, con balli e canti e degustazioni di prodotti locali. Ma la festa più sentita in città è quella dei Candelieri (Li Candareri) il 14 agosto, in cui i delegati del locale "Gremi" rinnovano il voto che la città ha fatto alla Madonna in occasione della fine della pestilenza, portando pesanti candelieri di legno dalla chiesa di Rosario a quella di Santa Maria. Anche la festa in onore della Madonna delle Grazie, l'ultima domenica di maggio, è molto sentita; la statua della Madonna delle Grazie è portata in processione dalla Cattedrale di San Nicola alla chiesa di San Pietro in Silky. La festa in onore del santo patrono, San Nicola, è il 6 dicembre.

Spiagge

A circa 15 chilometri da Sassari, in direzione di Porto Torres, c'è la spiaggia di Platamona, una lunga spiaggia che appartiene ai comuni di Sassari e di Sorso. Platamona è la spiaggia tradizionale dei sassaresi e qui puoi trovare stabilimenti balneari ben attrezzati, ma la spiaggia è principalmente libera. Alle spalle della "Rotonda" è presente lo stagno di Platamona che è, per dimensioni e varietà della biodiversità, una delle zone umide più importanti della Sardegna settentrionale.

Uffici di noleggio a Sassari
Sassari - Consegna in città
Sassari - Predda Niedda
Loading....
Scarica adesso l’app di Rent.it
Prenota il veicolo in totale sicurezza e comodità dai tuoi dispositivi mobili, smartphone e tablet.